più viaggi per tutti

IL BLOG DI VOLAGRATIS
Home > VACANZE A TEMA > Food > Vino che passione: 5 viaggi da non perdere

Food

Vino che passione: 5 viaggi da non perdere

Vino che passione: 5 viaggi da non perdere
maggio 16
08:36 2016

Il mondo dei viaggi e il mondo del vino talvolta collimano. Quando ciò accade si può davvero dire di aver assaporato il territorio, di averlo quasi bevuto a sorsi.

Negli ultimi anni l’enoturismo è di gran moda. Non rappresenta più una nicchia riservata a sommelier ed esperti di viticoltura, bensì interessa moltissima gente che è semplicemente appassionata di vino e desidera accostare questa passione al viaggio in programma.

Avete una passione per il vino? In questo articolo vi proponiamo 5 destinazioni da non perdere.

Champagne, Francia

Non possiamo che partire dalla regione francese dello Champagne-Ardenne, nel nord-ovest del Paese. Si tratta di uno degli emblemi mondiali del mondo vitivinicolo, nonché una tappa obbligata per gli enofili sia per le degustazioni che per la meraviglia paesaggistica che il territorio offre. Da non perdere il tour dello Champagne passando per le rinomate Cantine Veuve-Clicquot che aprono i loro sotterranei scavati nel terreno gessoso a Reims, fino a raggiungere a Epernay l’Avenue de Champagne, sede delle più grandi maisons de champagne. State pur certi che questo viaggio riserva delle gran belle degustazioni.

Porto, Portogallo

I grandi estimatori dei vini intensi, dolci e liquorosi non possono che avere il Portogallo nella loro wishlist. In particolare Porto e la Douro Valley. Il viaggio inizia nell’atmosfera placida e decadente di Porto con una serie di degustazioni nelle tantissime winery della città. Prosegue con una passeggiata lungo il Douro ammirando le particolari imbarcazioni ormeggiate. Sono i barcos rabelo, che un tempo trasportavano il vino dalle tenute in cui veniva prodotto fino alla foce del fiume, prima della costruzione delle dighe. Perché non scoprire da dove partivano i barcos rabelo? Il viaggio prosegue quindi on the road, fino al cuore della Douro Valley. Una volta giunti a Vila Nova de Gaia, ci si può rilassare con la visita alle cantine in cui il Porto viene lasciato invecchiare, degustando le varie tipologie di questo vino.

Porto, Portogallo

Porto winery, panorama

Sudafrica

Savana, spiaggia, grandissimi centri urbani… e non solo. Il Sudafrica è anche la patria di alcuni dei vini più apprezzati al mondo. Basta far base a Cape Town per poi raggiungere in giornata le meravigliose winelands con i loro vigneti sconfinati e i loro colori spettacolari. In particolare, vanno segnalate tre regioni: Stellenbosch, Franschhoek e Paarl. Tra i vini da provare vi segnalo: Chardonnay, Blanc de Noir e Pinotage. Quest’ultimo, tipico del Sudafrica, è un vino rosso corposo – molto più corposo dei nostri raffinati vini italiani – e particolarmente aromatico derivante dalla combinazione di Pinot Noir e Hermitage.

Sudafrica, Stellenbosch

Sudafrica, sommelier a Stellenbosch

Puglia

E l’Italia? Anche l’Italia – tutta l’Italia – meriterebbe di essere riscoperta per i suoi vini. Se avete in programma un viaggio in Puglia, non fermatevi alle spiagge e ai trulli. Provate il Moscato di Trani, un vino DOC da degustare a fine pasto e da accompagnare con dolci locali. Provate il Negroamaro e il Primitivo (in particolare il Primitivo di Manduria, DOCG), diventati ormai sinonimo di Puglia, di qualità. Da non dimenticare il Castel del Monte Nero di Troia Riserva, anch’esso DOCG.

Toscana

Se si pensa al vino e all’Italia, viene subito in mente lei: la Toscana. Le dolci colline, le infinite distese di vigneti, la quiete assoluta, la natura incontaminata. Una regione senza dubbio imperdibile per gli enofili. Una terra che produce innumerevoli vini pregiati, soprattutto rossi (ma anche i bianchi si difendono bene). La qualità della sua produzione ha fatto sì che questi siano conosciuti ed apprezzati nel mondo, tanto da rendere il territorio toscano uno dei più ambiti dai sommelier internazionali – e non solo. L’intera regione vanta numerosissime zone di produzione diverse tra IGT, DOCG e più di trenta DOC.

Toscana, Pomino IMG_3219

Toscana, vitigni a Pomino

Oltre questi cinque viaggi, le mete da segnalare, in realtà, sarebbero tantissime. Non solo l’Europa, ma anche Sud America, Oceania e altri Paesi dell’Africa si difendono molto bene nel campo enologico. Non è possibile includere in un post tutte le regioni da considerare, ma scrivete pure nei commenti cosa aggiungereste alla lista.

Video Correlati

Autore

Manuela Vitulli

Manuela Vitulli

Curiosa, entusiasta, irrequieta. Non mi interessa la perfezione, ma la felicità. Quando penso che al di là delle quattro mura di casa o di un ufficio c'è un mondo da scoprire, vado in estasi. Il solo pensiero che il mondo mi attende mi fa andare in visibilio, mi fa entusiasmare fuori ogni misura. E così da quando ho iniziato a viaggiare non ho mai smesso, ma torno sempre con piacere nella mia terra, la Puglia. Potete leggere delle mie esperienze condite delle mie emozioni sul mio blog Pensieri in Viaggio.

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Al momento non ci sono commenti, desideri inserirne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Seguici su

#FjordExperience - Social tour alla scoperta dei fiordi.
#SpecialeIsole: Pontine, Eolie, Egadi, Tremiti, Pelagie.
Viaggi a fumetti - Consigli creativi per partire.
Itinerari per budget
Pics&Tips - in collaborazione con Instagramers Italia

Seguici su Instagram

Volagratis su Instagram

Seguici su Twitter

Categorie