più viaggi per tutti

IL BLOG DI VOLAGRATIS
Home > Itinerari per budget > Da 250€ a 500€ > Stoccolma in tre giorni, risparmiando

Da 250€ a 500€

Stoccolma in tre giorni, risparmiando

Stoccolma in tre giorni, risparmiando
dicembre 17
08:17 2015

Magari non ci crederete, ma anche a Stoccolma si può andare al risparmio! Come? Scopritelo con noi.

Chiamata anche la Venezia del Nord, Stoccolma è la splendida capitale della Svezia, e ne riflette appieno tutte le caratteristiche: affascinante come solo le svedesi sanno essere, timida ma audace al tempo stesso, sbarazzina ma stilosa.
La scandinavia è conosciuta non solo per la sua bellezza, ma anche ahimè per essere una delle mete più care.
Sicuramente non si può dire che Stoccolma sia una città economica, ma visitarla con un budget ridotto e in poco tempo è possibile!
Le cose da fare e vedere a Stoccolma sono davvero tante, e si differenziano molto in base alla stagione in cui la visitate.
Con tre giorni a disposizione, ho stilato una lista di 5 cose che potete fare in tutte le stagioni, e tutte gratis!

La città vecchia

stoccolma città vecchiaStoccolma è elegantemente adagiata su un arcipelago, e molti dei suoi rioni si trovano su diverse isolette. La più pittoresca (e la più turistica) è senza dubbio Gamla Stan la città vecchia, dove potrete perdervi tra i vicoli che sanno di caffè e ciambelle alla cannella, e trovare moltissimi negozi di prodotti e articoli tipici.

The City

Visitata la città vecchia imboccate la bella strada Drottninggatan che attraversa gran parte della centro. Arrivati alla piazza un pò minimal di Sergels Torg siete praticamente nel centro di Stoccolma. Prendetevi del tempo per immergervi nei ritmi svedesi, esplorare il centro, e girare per i molti negozi.

Djurgarden

DjurgardenDjurgarden è un grande parco cittadino tanto caro agli svedesi, che lo usano per passeggiare, per rilassarsi, per correre o per farci dei picnic. Mentre è chiaro che non potrete fare un picnic all’aperto in qualsiasi stagione (anche se i svedesi lo fanno, credetemi ..) troverete Djurgarden affascinante davvero in qualsiasi periodo dell’anno: brulicante di vita e di locali in estate, tutto colorato in autunno, pieno di neve e ghiaccio in inverno e tutto fiorito in primavera.
Dentro al parco ci sono molti musei da visitare -per lo più a pagamento- tra i quali il museo all’aria aperta Skansen, il museo Vasa che ospita un antico vascello da guerra, il Nordic Museum ed il museo degli ABBA, ma non solo! a Djurgarden trovate anche il parco divertimenti Grona Lund, e molti locali carini, tra i quali Josefina.

Il Municipio

Il municipio è il simbolo di Stoccolma, e pare quasi un castello fatato con la sua torre caratteristica decorata con le tre corone dorate. Mentre visitarlo all’interno non è possibile fatta eccezione per due sale, visitarne il piccolo parco antistante è molto piacevole, e offre dei bellissimi scorci su gamla stan, la città vecchia.

Panorama da Catarina Hissen

Personalmente, il più bel panorama sulla città di Stoccolma. Per prendere questo ascensore dovrete pagare un ticket, ma è questione di poche corone e credetemi, le vale tutte.
L’ascensore connette la zona centralissima di Slussen, adiacente la città vecchia, con la zona di Sodermalm. Una volta preso l’ascensore, e aver scattato una foto ricordo al bel panorama, vi consiglio di addentrarvi nel rione di Sodermalm, meno centrale ma più eccentrico e underground!

Ci sono tantissime altre cose da fare e vedere a Stoccolma, come visitare i musei, fare un giro dei canali con il battello, pattinare sul ghiaccio, buttarsi nella movida svedese, cose che potete scegliere di fare in base al vostro budget.
Bere in generale in Svezia ha prezzi proibitivi, e anche mangiare non è proprio economico. Con qualche accorgimento potremmo però assaggiare tutte le prelibatezze locali senza spendere un capitale: lasciate perdere i ristoranti sfarzosi, per mangiare decentemente in Svezia vi basterà un panino, o macka in svedese. I panini di solito vengono preparati con ingredienti freschissimi e genuini, sono abbastanza sazianti e i gusti sono decisamente molto local! Le porzioni in genere sono molto abbondanti, e nel prezzo nella maggior parte dei casi è incluso il coperto, e l’acqua di rubinetto, che generalmente trovate in un tavolino dedicato in modalità self service.
Non disdegnate nemmeno di fare la “fika” parola svedese che significa “pausa caffè”. Concedetevi un caffè ed un pezzo di torta al rabarbaro con vaniglia e forse potrete addirittura saltare la cena!

Blog Post in collaborazione con TBNet, VolagratisTB

Video Correlati

Autore

pamgoding

pamgoding

Triestina di nascita ma svedese di adozione, lascia un lavoro sicuro a trent'anni per rincorrere il sogno di vivere di viaggi, scrittura ed arte. Da anni scrive e cure con passione il blog di viaggi "a Blonde around the World", e si occupa di grafica, illustrazioni e web design come freelancer su ww.pamelagoding.com. Entusiasmo, positività ed una gran voglia di vivere! "if you don't chase your dreams you'll never catch them"

2 Commenti

  1. Map & Fork
    Map & Fork dicembre 17, 12:11

    Grazie! Annotiamo tutto per il nostro prossimo InterRail scandinavo :-)

    Rispondi a questo commento.

Scrivi un commento

Seguici su

#FjordExperience - Social tour alla scoperta dei fiordi.
#SpecialeIsole: Pontine, Eolie, Egadi, Tremiti, Pelagie.
Viaggi a fumetti - Consigli creativi per partire.
Itinerari per budget
Pics&Tips - in collaborazione con Instagramers Italia

Seguici su Instagram

Volagratis su Instagram

Seguici su Twitter

Categorie