più viaggi per tutti

IL BLOG DI VOLAGRATIS
Home > FOOD & DRINK > Sei piatti da assaggiare in Vietnam

FOOD & DRINK

Sei piatti da assaggiare in Vietnam

Sei piatti da assaggiare in Vietnam
ottobre 30
08:56 2015

Il Vietnam raccontato attraverso il cibo: sei piatti da non perdere.

Mentre ero in viaggio verso la baia di Ha Long, la mia guida se ne è uscita con questa frase: “ci sono tre cose che devi assolutamente assaggiare qui in Vietnam: il pho, gli spring rolls, e la birra Hanoi”.
Lui è di Hanoi, quindi sulla birra probabilmente è di parte, sul resto invece è inattaccabile.

La cucina vietnamita non ci ha messo molto a diventare la mia preferita tra quelle del Sudest asiatico: è leggera (in alcuni casi direi addirittura “delicata”), ma comunque saporitissima, e soprattutto è ben equilibrata, non ci sono troppi eccessi, come può essere il piccante per la cucina thailandese, ad esempio.

Oltre a pho e spring rolls secondo me bisogna assaggiare molto altro, ma andiamo con ordine.

PHO

Pho vietnamita

Pho vietnamita

Si tratta di una zuppa a base di carne e di noodles di riso, con l’aggiunta di verdure cotte e crude come i germogli di soia, aromatizzata con zenzero, lime e coriandolo.
Esistono diverse versioni, anche se le ricette più diffuse sono quelle che prevedono l’utilizzo di carne di manzo o di pollo; a Ho Chi Minh City ne ho viste anche di vegetariane, ma ho avuto l’impressione che in questo caso si trattasse più di una variante di fantasia, creata per soddisfare una clientela dai gusti più variegati.

BANH MI

Il banh mi non è altro che una baguette (quello del pane è un retaggio ben evidente della dominazione francese in Vietnam) ripiena generalmente di carne e di verdure aromatizzate, spesso e volentieri accompagnate da una salsa piccante.
Venduta per strada a cifre irrisorie (l’equivalente di un euro circa) è l’ideale per il pranzo di chi non ha nessuna voglia di fermarsi, almeno fino a sera.

CHA GIO o NEM

Involtini vietnamiti

Involtini vietnamiti

Sono i famosi spring rolls, gli involtini vietnamiti: cha gio è il nome più frequentemente usato nelle regioni del sud, mentre nem nelle regioni più a nord.
Ricordano molto gli involtini primavera cinesi, ma sono più piccoli; si preparano avvolgendo nella carta di riso umida ingredienti come carne, uovo fritto, verdure e noodles. Vengono fritti o serviti “fresh”, senza ulteriore cottura, in quanto il ripieno viene cucinato prima.
Si accompagnano alla nuoc mam, la famosa salsa di pesce presente, anche se in diverse varianti, su tutte le tavole del Sudest asiatico.

BARBECUE

Il barbecue vietnamita è un’esperienza da fare assolutamente nel corso di un viaggio in questo paese; il concetto è pressochè identico a quello dei barbecue thailandesi o cambogiani, dove il cibo viene ordinato crudo, per essere cucinato direttamente al tavolo, dai commensali. Sicuramente quanto a sicurezza non è proprio il massimo, ma dal punto di vista del gusto sfido chiunque a dire il contrario!

SUA CHUA CACAO

Sua Chua Cacao e sticky rice

Sua Chua Cacao e sticky rice

Sua chua significa yogurt: in Vietnam lo yogurt viene servito nei bar in un bicchiere, con l’aggiunta di ghiaccio; quella al cacao è una variante molto gustosa che mi hanno fatto assaggiare ad Hanoi, dove yogurt e ghiaccio vengono sommersi da cacao dolce. I local mangiano il sua chua cacao insieme ad uno sticky rice giallognolo tipico del Vietnam del nord, molto particolare perchè raccolto quando è ancora “giovane” e perchè molto dolce anche senza aggiungere nessun tipo di zucchero.

CA PHE

Ca Phe vietnamita

Ca Phe vietnamita

Il caffè vietnamita è tra i più famosi al mondo: il suo aroma è unico, molto forte, ma con un gusto marcato di cioccolato. Viene servito nero o con l’aggiunta di latte condensato: chi scrive ne beveva almeno quattro o cinque al giorno, quindi attenzione, perchè crea letteralmente dipendenza!
Adesso siete pronti a partire per il Vietnam?

Video Correlati

Autore

Cabiria - Trip or Treat

Cabiria - Trip or Treat

Viaggiatrice indipendente e zaino in spalla, appena posso scappo in Asia, ma una volta sono andata un po’ lunga e sono finita in Australia. L’obiettivo, da grande, è di esagerare davvero e finire in Sudamerica, così chiudo un giro. Troppo ambizioso? Può darsi, ma è per questo che ci provo.

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Al momento non ci sono commenti, desideri inserirne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Seguici su

#FjordExperience - Social tour alla scoperta dei fiordi.
#SpecialeIsole: Pontine, Eolie, Egadi, Tremiti, Pelagie.
Viaggi a fumetti - Consigli creativi per partire.
Itinerari per budget
Pics&Tips - in collaborazione con Instagramers Italia

Seguici su Instagram

Volagratis su Instagram

Seguici su Twitter

Categorie