più viaggi per tutti

IL BLOG DI VOLAGRATIS
Home > VACANZE A TEMA > Consigli > Lo zaino del backpacker: cosa mettere e cosa no

Consigli

Lo zaino del backpacker: cosa mettere e cosa no

Lo zaino del backpacker: cosa mettere e cosa no
maggio 28
08:40 2015
190
SHARES

Zaino in spalla e si parte.. ma cosa mettere in quello zaino? Ecco le 5 che non devono assolutamente mancare nel vostro zaino da backpacker.

Essere un backpacker è un po’ una filosofia di vita, un modo di viaggiare che comporta molta flessibilità e anche un po’ di spirito di avventura. L’adattarsi è fondamentale, anche perché lo zaino diventa il proprio compagno di viaggio, la propria casa, un punto di riferimento.

Mancano pochi giorni alla partenza e il dramma dello zaino da riempire comincia a battere alla porta di casa. Cosa mettere e cosa non mettere? Ovviamente dipende dal tipo di viaggio che si va a fare, ma diciamo che ci sono una serie di cose che non devono proprio mancare, come anche cose che si può decidere di lasciare a casa senza troppi rimpianti.

Tralasciando i diversi documenti di viaggio, senza dimenticare passaporto o carta d’identità, e la biancheria intima, dal momento che dovrebbero essere le prime cose da mettere nello zaino, andiamo a dare un’occhiata alle cose che non devono mancare e quelle che, invece, possono mancare nel nostro zaino da viaggio.

VESTIARIO COMODO

Se si viaggia zaino in spalla una delle prime cose a cui pensare è il tipo di abbigliamento che andremo ad indossare. Niente vestiti stretti, scarpe poco pratiche, insomma è probabile che si cammini e che si sudi parecchio, quindi i vestiti per le serate brave è meglio lasciarli nel cassetto del comò di casa. Scarpe comode, ciabatte, pantaloncini corti, pantaloni lunghi (sempre meglio quelli da trekking), calzettoni corti e lunghi, maglioni o magliette (dipenderà sempre dalla vostra destinazione) e chi più ne ha più ne metta, ma mi raccomando, ricordatevi che lo zaino starà sulle vostre spalle!

CEROTTI E MEDICINALI

Non si sa mai cosa possa capitare, magari si inciampa e ci si sbuccia semplicemente un ginocchio, magari si viene colpiti dalla diarrea del viaggiatore e, in quel caso, sarebbe bene avere con sé qualche rimedio sicuro, per evitare di rallentare il viaggio. Non serve portarsi dietro la farmacia, ma due o tre medicinali per precauzione magari sì, con un occhio di riguardo verso quelli che potrebbero esservi più utili in base al posto in cui andate.

GUIDA

È sempre bene avere con sé una guida, tascabile o meno, ma che sia ben organizzata e ricca di informazioni utili. La scelta della guida prima di un viaggio è fondamentale, spesso e volentieri segna anche le sorti del viaggio stesso. C’è chi però alla tradizionale guida preferisce il supporto elettronico, un ebook, per avere tutto a portata di mano in qualsiasi momento, io continuo a preferire la consistenza della carta, ma quelle sono scelte personali.

SACCO A PELO

Anche se prevedete di andare a dormire in ostello, portarsi appresso il sacco a pelo è sempre un’ottima mossa. Gli imprevisti possono accadere, gli overbooking esistono anche negli ostelli, la loro regolamentazione non vale solamente per le compagnie aeree, quindi, dal momento che prevenire è meglio che curare, portarlo via non è mai sbagliato. Anzi. E poi magari una sera avete voglia di dormire guardando il cielo stellato…

IMPERMEABILE O PONCHO

Fondamentali. Quando si cammina con lo zaino sulle spalle sono comodi non solo perché evitano a voi stessi di avere le mani occupate da un ombrello che nel giro di poco verrà distrutto dal vento, ma di coprire anche lo zaino. Oltretutto, sono utili non solamente in caso di pioggia, ma come telo sopra il quale distendersi in un prato bagnato, o per fare un picnic improvvisato.

OGGETTI UTILI

Sto parlando di oggetti come il coltellino svizzero, le forbici, ago e filo, ma non solo, tra gli oggetti utili inserirei anche gli l’adattatore universale e tutta la serie di strumenti tecnologici che possono servire, che la nostra epoca ci permette di sfruttare, ma che non vadano a occupare troppo spazio nello zaino. Dal momento che al giorno d’oggi il cellulare fa parte delle nostre vite in maniera sempre più presente, importante è munirsi di un carica batterie portatile per avere sempre la possibilità di accedere alle mappe, per esempio, o alle informazioni sui biglietti aerei e altre prenotazioni.

Se avete il sonno leggero sarebbe utile avere con sé una mascherina per dormire, i tappi per le orecchie per contrastare eventuali compagni di camerata rumorosi e una torcia.

Una volta deciso di viaggiare zaino in spalla, la massima priorità è quella di viaggiare comodo e con lo stretto necessario, lo zaino rimarrà sulle nostre spalle per molto tempo, diventerà la nostra casa mobile, il nostro cuscino per la notte, la nostra sedia o il nostro tavolo per l’ora di pranzo. Lo zaino è il primo compagno di viaggio da scegliere, per questo, sapere come organizzarlo è fondamentale.

 

190
SHARES

Video Correlati

Autore

Blog Di Viaggi

Blog Di Viaggi

BlogdiViaggi.com è tra i travel blog italiani più letti ed influenti del web. Nato per raccontare un viaggio attorno al mondo, lungo un anno, si è ben presto trasformato in una community di viaggiatori e local expert. In BlogdiViaggi trovate racconti di mete lontane come scorci insoliti del nostro Bel Paese.

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Al momento non ci sono commenti, desideri inserirne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Seguici su

#FjordExperience - Social tour alla scoperta dei fiordi.
#SpecialeIsole: Pontine, Eolie, Egadi, Tremiti, Pelagie.
Viaggi a fumetti - Consigli creativi per partire.
Itinerari per budget
Pics&Tips - in collaborazione con Instagramers Italia

Seguici su Instagram

Volagratis su Instagram

Seguici su Twitter

Categorie