più viaggi per tutti

IL BLOG DI VOLAGRATIS
Home > Mondo > Costa Rica > Halloween, le migliori destinazioni per sopravvivere a un’apocalisse zombie

Costa Rica

Halloween, le migliori destinazioni per sopravvivere a un’apocalisse zombie

Halloween, le migliori destinazioni per sopravvivere a un’apocalisse zombie
ottobre 26
09:05 2014

È Halloween, tempo di zombie. Cosa succederebbe se ci fosse davvero un’invasione di morti viventi come raccontato dal romanzo horror fantascientifico World War Z. La guerra mondiale degli zombie?

Beh, cercheremmo di scappare tutti, no?
Per scongiurare qualsiasi ipotesi di invasione di mostri abbiamo pensato alle destinazioni più adatte per fuggire all’assalto e godersi una festa di Halloween alternativa.

Le Alpi Francesi
Le temperature estremamente basse congelano gli zombie. Le Alpi Francesi quindi sono un rifugio perfetto: sono vicine all’Italia e offrono un’eccellente protezione dai morti viventi. Senza dubbio è un piano perfetto per passare il resto dei propri giorni in uno dei suoi chalet di legno, isolati in mezzo alle montagne, al calore del camino e godendosi una ottima fonduta di formaggio, senza dimenticare lo spettacolare panorama offerto dal Monte Bianco.
Soggiorna all’Hotel Morgane di Chamonix Mont-Blanc.

Dormire in uno chalet isolato

Dormire in uno chalet isolato

Il porto di Santurce, in Biscaglia
Le zone del porto sono luoghi sicuri durante un’invasione di zombie. I magazzini di solito hanno finestre alte, ingressi completamente protetti e approvvigionamento idrico. Inoltre tendono ad essere ben forniti e dotati di barche per uscire a pesca o, in caso di necessità, fuggire. Non c’è di meglio che il porto di Santurce – uno dei più bei belli dei Paesi Baschi – per trovare asilo in questo incantevole paese di mare e approfittare della sue sardine famose in tutto il mondo.
Soggiorna all’Hotel Urh Palacio de Oriol.

I castelli delle Highlands, in Scozia

Con le loro mura alte e resistenti, iI castelli delle Highlands, garantiscono un’eccellente difesa all’assedio dei morti viventi. Se ne trovano a centinaia, però forse i più spettacolari sono quello di Dunvegan – una costruzione celtica rimasta intatta, luogo ancestrale del clan McLeod e Dun Beag – e il Castello di Eilean Donan, famoso per essere apparso nel film “Highlander – L’ultimo immortale” e situato strategicamente sulla confluenza di tre fiordi. Certamente, dalle stanze del proprio castello – e con un bicchiere di whisky di malto in mano – persino un’invasione di zombie può apparire meno paurosa.
Soggiorna al Craigmonie Hotel.

I castelli scozzesi

I castelli scozzesi

La foresta del Costa Rica

L’elevata umidità e il calore contribuiscono a una rapida decomposizione degli zombie. La foresta tropicale oltre a avere queste caratteristiche, offre tutto il necessario per sopravvivere: acqua, cibo, materiale per costruire, piante medicinali e commestibili, e travestimenti. Il Costa Rica ha una delle biodiversità più grandi del pianeta: più di 500.000 specie, quasi il 4% delle varietà nel mondo. La sua giungla di vegetazione quasi impenetrabile è piena di case sugli alberi in cui vivere e di percorsi sospesi per spostarsi, lontano dal tiro degli zombie.
Soggiorna al Grand Hotel Costa Rica.

L’isola di Cuba

Per la sua condizione insulare e l’isolamento legato allo stretto controllo del transito delle persone, Cuba è un luogo di riparo sicuro e perfetto nel mezzo dei Caraibi. Non c’è posto più confortante per ricominciare da zero – se “sopravvissuti” all’invasione zombie – che l’isola più grande delle Antille. Qui è possibile rifugiarsi nel calore della sua gente, passeggiare tra le strade piene di profumi dell’Havana Vecchia, rilassarsi con un mojito sulle spiagge paradisiache di Varadero e di Los Cayos, o scoprire il cuore verde dell’isola e le vie del tabacco.
Soggiorna all’Hotel Quinta Avenida Habana.

Quale di queste destinazioni ti ispira di più per passare una notte di Halloween “mostruosa”?
Se hai qualche altro posto da proporci, scrivilo tra i commenti!

Video Correlati

Autore

Stefania Pozzi

Stefania Pozzi

Stefania, nata a Milano, città con la quale ho un rapporto di amore/odio. Da grande vorrei viaggiare e scrivere di viaggi, nel frattempo provo a viaggiare e a scrivere di viaggi. Sociologa sulla carta, Social Media Specialist per Volagratis e Travel Blogger nella vita.

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Al momento non ci sono commenti, desideri inserirne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Seguici su

#FjordExperience - Social tour alla scoperta dei fiordi.
#SpecialeIsole: Pontine, Eolie, Egadi, Tremiti, Pelagie.
Viaggi a fumetti - Consigli creativi per partire.
Itinerari per budget
Pics&Tips - in collaborazione con Instagramers Italia

Seguici su Instagram

Volagratis su Instagram

Seguici su Twitter

Categorie